Eco e ambiente

La semina.

Meno di una settimana fa ho piantato un seme di albicocca e dopo circa 48 ore già spuntava il timido germoglio. Mi aspetto di avere la prossima primavera una pianta di albicocche grande almeno da poterla trapiantare in un vaso di 20 cm di diametro . Non cessa di stupirmi la generosità della natura, la prontezza nel rispondere alle nostre sollecitazioni. Contemporaneamente alla semina del nocciolo di albicocca, ho piantato un altro seme, o nocciolo; incautamente, non ricordo di quale frutto e tuttavia, nonostante abbia trascurato di memorizzarlo e il mio entusiasmo verde fosse rivolto soprattutto al gesto della semina del nocciolo di albicocco, anche il – per ora sconosciuto – frutto in gestazione mi sta dando soddisfazione; e ho visto ieri spuntare i primi fili verdi: sono più d’uno, a differenza dell’albicocco che emerge solitario: sono sottili e verdissimi mentre il germoglio di albicocco si erge deciso, ritto ed unico, ed anche il colore è diverso, è un verde più pallido . Mi sembra ora ricordare che nel secondo vasetto ho piantato i semi di limone: da tempo desidero avere una pianta di limone: persone che conosco e che hanno già una pianta bella alta sul terrazzo mi hanno suscitato il desiderio di averne una anche io, in quanto mi hanno detto di recente che la pianta sta regalando loro dei bei frutti! Si comprenderà – io credo – la gioia che voglio comunicare per queste semplici soddisfazioni da pollice verde. Non sono una esperta, non ho mai posseduto piante solo perchè mi donino bellezza. Mi piace il gesto di piantare, di vedere crescere, di curare. Mi sorprende ogni giorno verificare che le piante rispondono alle mie attenzioni, prosperando. Chiedo alle piante verde, bellezza, ombra, senso di appartenenza, io con loro, al grande seno della Natura.

Solo qualche ora dopo aver scritto questa mia dichiarazione di amore per i semi e per le piantine ho visto scorrere un titolo on line che informava come fosse possibile piantare i vari semi e noccioli e che questa riscoperta rappresenterà la nuova frontiera della coltivazione futura. Un sorriso soddisfatto fra me e me: ma davvero non si sapeva, davvero quella è una novità, una scoperta straordinaria?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *