Letterari

Evidenze non riconosciute.

considero un recente fenomeno sociale foriero di inquietanti sviluppi: mi riferisco alla diffusione di menzogne eclatanti e al fatto che queste, pur essendo assurde, contrarie ad evidenza di realtà (come la affermazione che la Terra è piatta) trovano terreno fertile in molte menti. Ho citato quella che fino ad ora è stata la più famosa delle menzogne: che tuttavia rischia di essere superata molto in fretta da un’altra, il cui impatto ha cominciato ad essere disastroso e che può perfino giungere a scatenare una guerra civile. Sappiamo della contesa in corso negli Stati Uniti che in queste drammatiche ore vedono le conseguenze sempre più allarmanti del rifiuto di riconoscere come vera, da parte del presidente uscente, la vittoria del candidato democratico; questo avendo il presidente uscente diffuso e alimentato e continuando ciò a fare la affermazione che quella vittoria non è avvenuta. Mi sono messa a scrivere interessata a cercare di capire quale suggestione verbale o mediatica riesce a far considerare credibile in molte persone una affermazione palesemente falsa. Nel caso della Terra piatta perché ad esempio le foto scattate dalla stazione spaziale non sono sufficienti a far ricredere coloro che sono stati convinti che la terra non è rotonda? Si tratta di incapacità da parte della persona oggetto della manipolazione di interpretare una foto? Alla base della accettazione della affermazione assurda c’è un pregiudizio verso la Scienza così forte che basta molto poco per accettare opinioni antiscientifiche? Forse si tratta proprio di qualcosa di simile perchè anche nel caso della negazione della esistenza del virus pandemico in corso è una affermazione della scienza ad essere contestata; ed anche in questo caso non è ritenuta credibile la diffusa accettazione del fatto che il Covid esiste, nonostante molti e vari segnali di una emergenza in corso, (dall’allarme che proviene dalla classe medica, dalla durezza delle restrizioni che vengono imposte, dalla evidenza che tutto il mondo è in situazione che richiede tutti usiamo le medesime precauzioni). Così, anche in questo caso di negazione della realtà indotta nelle persone da chi alimenta per i suoi fini un malessere già preesistente e contro le autorità, si vede come solo in un caso di solito, tanto radicata è stata la negazione, la persona si ricrede: quando dal virus viene colpita personalmente. Fu quando si comincò a parlare della esistenza della teoria della Terra piatta e vedendo con crescente sgomento che la cosa raccoglieva adepti che a me venne il brivido di un sospetto: che si stesse cominciano a fare un esperimento sociale preparatorio di altri, simili e potenzialmente più gravidi di conseguenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *