divagazioni, micro fantasy

Se un giorno.

Se dovessi immaginare un futuro non auspicabile in cui per un disastro ecologico o altro disastro  per mano dell’uomo ogni strumento della comunicazione, ogni supporto della modernità ci venisse a mancare, e in breve tempo si ripiombasse in una situazione pre cvilizzazione io auspicherei di avere acquisito per tempo, o conservato la memoria di come si compiono i gesti più semplici finalizzati alla sopravvivenza. E allora in quel tempo non auspicabile non mi sarebbero di utilità una genialità di conoscenze informatiche, letterarie, scientifiche all’avanguardia Ma  mi servirebbero nozioni antiche: mi servirebbe sapere accendere il fuoco con l’archetto, https://www.youtube.com/watch?v=A4XkIVRmRII saper riconoscere in un bosco le erbe commestibili, saper costruire un riparo di foglie e rami, https://www.youtube.com/watch?v=812I9OVcwhg saper riconoscere i punti cardinali. Così come avevano imparato a fare i nostri progenitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *