Biografici e autobiografici, Documenti

La ferrovia delle meraviglie.

“la Cuneo Ventimiglia Nizza unica speranza di collegamento? Dopo il tunnel di Tenda non esiste più la strada – Mentre continuano ad arrivare immagini di devastazione della rete viaria, la ferrovia delle meraviglie ha subito danni limitati, e concentrati in particolare tra Tende e Breil. Un altro video: ancora immagini di devastazione fuori dal tunnel di Tenda in territorio francese. Dopo i 3,3 km del traforo non c’è più possibilità di procedere. Ma ogni video consegna un punto di vista, se possibile, più sconcertante del precedente. Una voragine”. Così recita una cronaca recentissima. Eventi atmosferici estremi hanno devastato la provincia di Cuneo nelle ultime 72 ore; la viabilità è ancor oggi disastrata. La vecchia signora delle meraviglie allora salva la situazione. Non è la prima volta. E allora presentiamola questa signora: si chiama delle meraviglie la ferrovia Cuneo – Ventimiglia – Nizza per l’audacia ingegneristica del suo percorso, per la bellezza dei territori che attraversa e perchè porta dalla montagna al mare, a Nizza. Oltre Limone Piemonte il treno si inerpica e giunge alla galleria ferroviaria a doppio binario, che fu costruita negli anni ’80 del Diciannovesimo secolo. Fu allora un capolavoro di ingegneria e tutt’ora tale rimane. Un grande foto ci consegna un momento della realizzazione della galleria ferroviaria ( in famiglia abbiamo il privilegio di avere quella foto perchè un avo partecipò alla costruzione della galleria in qualità di capo canneggiatore di riscontro e di controllo). Nei suoi Appunti di storia locale di Limone Piemonte il sacerdote don Maurizio Ristorto, oltre che di quel ruolo avuto dal tecnico signor Alessandro Samorè, ci informa che […] Il 17 luglio 1898 si inaugura la Galleria del Col di Tenda, a doppio binario, che è costata otto anni di lavoro e 21 milioni ed è lunga  Km 8, 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *